LUOGHI DA VISITARE IN AUSTRIA PER GLI AMANTI DELL’ARTE

Poche città possono vantare la grandezza imperiale di Vienna, un tempo cuore della potente monarchia asburgica. Oltre ai diversi progetti architettonici postmoderni e contemporanei che contrastano e si fondono con edifici storici, puoi vivere lo splendore della città ovunque tu vada. In particolare attraverso i sontuosi palazzi come il Palazzo del Belvedere, il Castello di Schönbrunn e il complesso monumentale di Hofburg. Poche città possono vantare l’aspetto culturale della capitale austriaca, essendo Vienna una delle città più musicali del mondo. I mezzi visita sperimentando le opere di Mozart, Haydn, Schubert, Beethoven, Johann Strauss … Che altro quando si sa che la città è vivace come la sera di quel giorno e mangiano come re? Se stai cercando le migliori cose da fare a Vienna, ecco le idee per un fine settimana, 3-4 giorni o più.

 

 

Nulla simboleggia la cultura e l’eredità dell’Austria più del suo imperiale Palazzo Hofburg. Gli Asburgo visse qui per più di sei secoli, dal primo imperatore (Rodolphe I nel 1273) fino all’ultimo (Carlo I nel 1918). L’Hofburg deve le sue dimensioni e la sua diversità architettonica agli ordini di ognuno dei suoi nuovi imperatori: nuove sezioni sono state aggiunte nel corso dei secoli come l’ala barocca Leopold, l’ala della XVIII sec. ala di Amalia e Burgkapelle (Cappella Reale).

 

La parte più antica del palazzo è il cortile Schweizerhof del XIII secolo, così chiamato in onore delle guardie svizzere che servivano a proteggere il suo recinto. La porta dello stile rinascimentale svizzero risale al 1553. Questo cortile confina con un altro cortile più grande, In der Burg, con un monumento all’Imperatore Francesco I che adornano il suo centro. Il palazzo ora ospita gli uffici del presidente austriaco e una serie di musei.

 

Il capolavoro gotico di Vienna Stephansdom (Cattedrale di Santo Stefano), o Steffl (“Little St Stephen”) come viene chiamato localmente, simboleggia Vienna come nessun altro edificio. Una chiesa è esistita fin dal 12 ° secolo e la Porta di Riesentor e le due torri di Heidentürme sono qui per ricordartelo. Dal 1359, la Cattedrale di Stephansdom cominciò a essere rinnovata nel suo magnifico stile gotico che si trova ancora oggi. Dall’esterno della cattedrale, la prima cosa che ti colpisce è il suo splendido tetto di tegole, con la sua incredibile gamma di travi da un lato e l’aquila austriaca dall’altro. Per ammirarlo al meglio, dirigiti verso nord-est di Stephansplatz. All’interno della cattedrale, il magnifico pulpito in pietra gotico è onorato nella navata principale, modellata nel 1515 da un ignoto artigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *